.
Annunci online

"Una simile pace dovrebbe permettere a tutti gli uomini di navigare senza impedimenti oceani e mari." (Carta Atlantica, 14 agosto 1941)
Nuovi Terroristi: pista Yemenita?
post pubblicato in Focus Medio Oriente, il 26 dicembre 2009


Segnalo l'articolo di Guido Olimpio sul fallito attentato di cui abbiamo notizia in queste ore.
Naturalmente tutte le valutazioni fatte nelle ore immediatamente successive a un evento di questo genere sono da assumere con estrema cautela; da segnalare comunque lo scenario yemenita, già da tempo
oggetto di attenzione degli States (si vedano successivi link a proposito della guerra "segreta" che su questo territorio l'amministrazione USA sta portando avanti, in un complicato intreccio di presenza qaedista e probabili manovre iraniane)

Francesco Maria Mariotti
http://mondiepolitiche.ilcannocchiale.it/

http://www.corriere.it/esteri/09_dicembre_26/attentato-nigeriano-ordigno-olimpio_88b0a076-f1fb-11de-b17d-00144f02aabe.shtml

IL FALLITO ATTENTATO SUL VOLO AMSTERDAM-DETROIT
L'identikit dei neo-terroristi e la pista yemenita Tre le ipotesi possibili sull'azione di Umar Faruk Abdulmutallab, l'attentatore nigeriano

di Guido Olimpio

(...)LA PISTA YEMENITA - Di recente è stato affermato dagli esperti che lo Yemen può diventare il nuovo Afghanistan. E non è un caso che gli americani siano coinvolti, al fianco delle forze locali, nella lotta al terrorismo. Pochi giorni fa c’è stato un raid condotto dagli stessi Usa e alla vigilia di Natale un blitz ha colpito un accampamento. Sembra che tra i bersagli – mancati - ci fosse anche l’imam Anwar Al Awlaki, sospettato di aver ispirato l’autore del massacro a Fort Hood, Texas. La pista yemenita porta poi ad un altro episodio interessante. In agosto un kamikaze proveniente dallo Yemen ha cercato di assassinare il principe saudita Nayaf. La bomba – miniaturizzata – era nascosta nelle mutande o – secondo le autorità – nell’ano. Una ricostruzione presa per buona da alcuni esperti e vista con scetticismo da altri. La terza ipotesi è una combinazione delle prime due. Abdulmutallab è un estremista fai-da-te e si è recato nello Yemen a cercare l’avvallo e magari il supporto tecnico per il suo attacco.

L'analisi del raid Usa dei giorni scorsi sul Corriere
http://www.corriere.it/esteri/09_dicembre_19/yemen-raid-usa-olimpio_91160ffc-ec84-11de-a048-00144f02aabc.shtml

Da Il Foglio del 23/12/2009: Perché Obama bombarda in segreto l'alleato Yemen - il primo colpo di Washington nella guerra tra Arabia Saudita e Iran
http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=OYKK7
Sfoglia novembre        marzo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv