.
Annunci online

"Una simile pace dovrebbe permettere a tutti gli uomini di navigare senza impedimenti oceani e mari." (Carta Atlantica, 14 agosto 1941)
Guerra in Europa - fermiamo la Russia
post pubblicato in Focus Europe, il 10 agosto 2008


Molto probabilmente i commentatori che sottolineano l'avventurismo di Saakashvili - come ad esempio Piero Sinatti sul Sole - hanno molte ragioni. Come ho già scritto nel post precedente, la nostra reazione deve tener conto degli evidenti limiti - e delle eventuali responsabilità - dell'attuale governo georgiano.
Ciò non toglie, però, che una reazione dell'Occidente, ovvero di USA e UE, sia necessaria e debba essere molto forte. La Russia sta approfittando della situazione per determinare con un attacco militare uno status quo a suo favore; con una politica di potenza cinica, dura, antieuropea ed antioccidentale Mosca vuole portare sotto il suo controllo politico tutte le "democrazie" postsovietiche (molto fragili e con forti limiti, come ben sappiamo) e sotto il suo controllo economico le vie energetiche che attualmente non rispondono ai suoi dettami.
Dobbiamo reagire: c'è in ballo anche la nostra autonomia e la nostra libertà, la nostra capacità di essere costruttori di una comunità politica in grado di difendere principi, regole, ordine, pace.

Ora per ora il conflitto
Bush: La Russia si fermi

L'impero colpisce ancora, di Enzo Bettiza
L'analisi del Foglio
La rotta del gas

Sfoglia luglio        settembre
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv