Blog: http://mondiepolitiche.ilcannocchiale.it

Cina - USA

Usa e Cina: scacchi o dama?
 
(...) Quel che cambia è la filosofia, come spiega a 2+2 Mario Deaglio, docente di Economia internazionale all'Università di Torino appassionato di cultura cinese: "Negli scacchi i pezzi vengono mangiati (uccisi) finché attaccando non si arriva al Re, che viene fatto prigioniero. Viene salvato solo il nucleo di potere eliminando tutto il resto: così si sono combattute le guerre in Occidente. Invece la logica del go – precisa Deaglio continuando la metafora – è che non si distrugge nulla: il nemico non viene attaccato (non viene ucciso) ma si cerca di impedirgli le mosse. E si dichiara sconfitto quando resta bloccato. In maniera elementare, così la Cina ha preso possesso di Hong Kong togliendo la città-stato al dominio inglese". L'economista pensa che Pechino stia ripetendo lo stesso gioco su ampia scala "incrociando fattori diplomatici, economici e militari, in apparenza di piccola entità, che messi assieme legano le mani al gigante americano". In economia la strategia diventa chiara se si guarda al finanziamento del debito americano, di cui Pechino è il maggiore detentore con con 2mila miliardi di dollari di riserve in valuta estera. Prestito che, per volere dei cinesi, viene rinegoziato ogni sei mesi, durante i quali si possono aggiungere nuove condizioni utili a tessere la tela oppure a modificare la strategia precedente, senza distruggerne l'impianto (il go insegna). Eppure Washington preme perché Pechino apprezzi velocemente la valuta locale, lo yuan. Cosa che sta invece avvenendo a singhiozzo e lentamente perché il colosso asiatico non ha fretta (il go colpisce ancora). Il governo ragiona su base quinquennale: "Non è importante vincere subito - nota Deaglio – l'orizzonte cinese è spostato in avanti di 15-20 anni, quando la popolazione comincerà a invecchiare più rapidamente e i cinesi dovranno aver fissato regole che consentano loro di vivere bene al centro del sistema internazionale". In armonia, come vuole la teoria confuciana tornata di moda.(...)

http://www.ilfoglio.it/duepiudue/802
 
Cos'è la guerra yuan - dollaro?
 
Il pugno di ferro di un leader debole, Lucia Annunziata, laStampa, 20 gennaio 2011
 
Concorrenti, ma non troppo - Sergio Romano, Corriere della Sera, 19 gennaio 2011
 
L'Europa stretta tra i giganti - Marta Dassù, laStampa 18 gennaio 2011
 
Condividere il peso del mondo, Bill Emmot, laStampa. 18 gennaio 2011
 
Il debito americano, il declino e la Cina, Oscar Giannino, Chicago-blog, 18 gennaio 2011

Oriente e Occidente, cooperare o cadere, Martin Wolf, Sole 24Ore, 19 gennaio 2011

Hu negli Usa: sfide e contraddizioni (Limes)

Pubblicato il 20/1/2011 alle 20.53 nella rubrica Focus Oriente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web